Quattro modi per praticare auto-distacco

Four ways to practice self-distancing

…/Continued from Part two

Visualizzare un osservatore

E’ possibile letteralmente immaginare una mosca sul muro osservando la loro esperienza. O considerare che un amico pensieroso possa rispondere dopo aver osservato tranquillamente la loro situazione. Gli studi hanno anche rivelato il potere di iniettare mentalmente un modello (o esemplificare) nel contesto difficile. Quando a cinque anni immaginavano Batman nel bel mezzo di una situazione d di stress, si chiedevano: “Che cosa farebbe Batman?”, Erano in grado di auto-distaccarsi in maniera più efficace.

Visualize an observer

You could literally picture a fly on the wall observing their challenging experience. Or  consider how a thoughtful friend might respond after quietly observing their situation. Studies have also revealed the power of mentally injecting a model (or exemplar) into the difficult context. When five year olds envisioned Batman in the middle of a distressing situation and asked themselves, “What would Batman do?,” they were able to self-distance more effectively.

Evitare di utilizzare il pronome “Io”

Concentrarsi sull’uso dei pronomi di terza persona – lui, essi – quando si impegnano nell’auto-. Questo  cambiamento nel linguaggio può essere la forma più utile di auto-distacco (come dimostrato sopra). Quando le persone usavano i loro stessi nomi e / o attirarono      durante    , sono stati in grado di vedere lo stress come una sfida

Avoid using the pronoun “I”

Focus on using third-person pronouns—he, she, they—when engaging in self-talk. This simple shift in language may be the most helpful form of self-distancing (as demonstrated above). When people used their own names and/or drew on non-first-person pronouns during self-talk, they were able to see social stressors as challenging (and surmountable) rather than threatening and anxiety-provoking.

Scrivine

Creane una narrazione personalmente significativa che ti aiuti a “ritornare” e dare un senso ad un evento negativo. Scrivere riguardo situazioni di stress (piuttosto che semplicemente pensare a loro o scrivere riguardo altri temi non emotivi) aiuta a raggiungere più efficacemente l’auto-distacco. Inoltre, gli scrittori che dimostrano una prospettiva autocentrata usano anche meno pronomi  prima persona e parole di emozioni negative, mentre includono più parole di causalità, come “perché” o “perché?”, nella loro scrittura.

Questo modo semplice ed efficace può aiutare la persona a lavorare attraverso una sfida emotiva. Perché non provarlo adesso?

Write about it

Create a personally meaningful narrative that helps you to “step back” and make sense of a negative event. Pratising expressive writing about distressful situations (rather than simply thinking about them or writing about other non-emotional topics) were able to more effectively self-distance. Further, writers who demonstrate a self-distanced perspective also use fewer first-person pronouns and negative-emotion words while including more causation words, such as “because” or “why,” in their writing.

This simple, effective way can help you to work through an emotional challenge. Why not try it now?

Concentrati sul futuro stesso.

L’auto-distacco può anche aiutare l nostra persona ad esplorare la potenza del distanziamento temporale. Chiedetevi: “Come mi sentirei riguardo questa settimana tra dieci anni ?” Questa forma di viaggio del tempo mentale può essere efficace perché la nostra attenzione è indirizzata verso le nostre immediate e concrete circostanze. Una semplice consapevolezza del passaggio del tempo (cioè, il concetto di impermanenza) può anche sostenere il nostro recupero emotivo.

Se si vuole capire i propri sentimenti senza essere sopraffatti da loro, questa strategia di auto-distacco può essere utile. Quindi potete praticare l’auto-distanziamento con le persone che appartengono alla vostra vita così da imparare a rispondere in modo più costruttivo alle sfide quotidiane.

Focus on your future self

Self-distancing can also help you to explore the power of temporal distancing. Ask yourself, “How would I feel about this one week from now or ten years from now?” This form of mental time travel may be effective because our attention is directed away from our immediate, concrete circumstances. A simple awareness of the passage of time (i.e., the concept of impermanence) may also support our emotional recovery.

If you want to understand your feelings without becoming overwhelmed by them, these self-distancing strategies may be helpful to you.  Then, you can practice self-distancing with people in your lives, and they can learn to respond more constructively to daily challenges, too.

Vi siete mai chiesti come mai dopo tanti anni di studio della lingua Inglese non siete ancora in grado di parlarla?

Si dice che  in qualsiasi cosa per migliorare si debba fare più pratica.

Forse avete anche paura ad aprire bocca per non voler fare errori.

Questo è naturale, nessuno vuole trovarsi in una situazione imbarazzante.

Come si fa a parlare senza sentirsi imbarazzati?

La nostra scuola di inglese è molto accogliente

Per vincere l’imbarazzo ci vuole un ambiente accogliente dove ci si sente a proprio agio per lasciarsi andare e parlare senza pensare prima in Italiano ed a tutte le regole grammaticali.

Durante le lezioni si discute sempre argomenti stimolanti

Ci vuole poi un argomento stimolante, persone piacevoli e qualcuno che possa aiutare quando non vi ricordate come si dice qualcosa e magari anche un posto dove si  può ordinare un té o un caffè.

Ma esiste un posto così?

Certo che esiste un posto così, è a Firenze in Via Carlo Poma, 7/9r, zona Coverciano, San Salvi.  Si chiama English Well Spoken ed è una scuola di inglese, libreria e tearoom.

Si impara con l’approccio Holistic Learning

E’ molto accogliente e si impara con la metodologia di Holistic Learning attraverso conversazione e creatività con insegnanti che sono empatici, pazienti e madrelingua.

Ma cos’è Holistic Learning?

Holistic Learning è un metodo che prende in considerazione  tutti gli aspetti delle persone sia adulti che ragazzi e bambini ed è anche ideale per persone con difficoltà nell’apprendimento.

Ma questo metodo funziona?

Come potete vedere dalle recensioni sui social media e google con questo approccio tutti gli studenti di English Well Spoken sono soddisfatti al 100%.

Fanno progressi fino dalla prima lezione

In poco tempo riescono a migliorare la loro autostima e scioltezza nella lingua. Tanti dicono che è come stare a casa, che ci si sta bene e che è un posto perfetto per imparare.

Venite a trovarci!

Perché non venire a dare un’occhiata e chiedere  informazioni? Potrete parlare con la direttrice della  didattica per stabilire il vostro livello e poi decidere se volete cominciare a  fare progressi veramente con il vostro Inglese.